La casa ideale per gli italiani

Una casa comoda, attenta ai consumi, sana e sostenibile. E’ questo ciò che desiderano gli italiani. Almeno secondo quanto emerso dall’Osservatorio sulla Casa 2018 che studia i comportamenti, gli stili, le abitudini degli italiani nei confronti dell’abitazione.

In particolare, l’indagine ha evidenziato cinque pilastri dell’abitazione ideale indicati nelle risposte degli italiani all’Osservatorio sulla Casa 2018:

  • la casa ideale deve essere comoda da vivere;

  • la casa ideale deve aiutare a risparmiare con il controllo delle spese di manutenzione e dei consumi;

  • la casa ideale deve rappresentare un ambiente sano;

  • la casa ideale deve essere ecosostenibile garantendo il minor impatto possibile sul territorio;

  • la casa ideale deve essere anche smart, ovvero arricchita con le migliori soluzioni della domotica.

  • Il desiderio di una abitazione sana e la volontà di affermare anche nelle scelte abitative i principi di sostenibilità rappresentano tendenze in forte crescita, che indicano un cambiamento diffuso sul modo di intendere la qualità della vita e la qualità del proprio abitare.

    Per la prima volta quest’anno gli italiani effettivamente sono interessati a questo ambito ecologico all’interno della casa. E sempre di più gli italiani si pongono come importante l’utilizzo per le costruzioni di materiali e di prodotti che siano ecologici e nello stesso tempo facciano bene alla salute delle persone che ci abitano. E questo è una cosa interessante per tutte le aziende che operano nell’ambito casa.

    Accanto alle luci, però ci sono delle ombre. L’indagine, infatti, ha evidenziato il fatto che riguardo al rispetto dell’ambiente solo il 39% del campione è soddisfatto dei materiali di costruzione per le rifiniture interne e solo il 34% sceglie pitture naturali per dipingere le proprie pareti. Non solo. In base a quanto emerso la casa smart stenta a decollare e la gestione innovativa della casa fatica ad emergere.